Il restauro di San Maurizio al Monastero Maggiore

Banca Popolare di Milano ha scelto di sostenere il progetto di restauro degli affreschi conservati in uno dei più antichi e suggestivi monasteri di Milano, per riportarli allo splendore originario e restituirli alla città e al mondo.

Il 22 giugno 2015 la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore viene restituita alla città e al mondo, interamente restaurata.
Nel giugno 2004 si era conclusa una prima parte dei lavori: i preziosi affreschi di Bernardino Luini e le importanti opere dei figli Aurelio, Giovan Pietro ed Evangelista, oltre a quelle di artisti quali il Piazza di Lodi, Simone Peterzano, noto per essere stato il maestro del Caravaggio, Antonio Campi e altri maestri del Cinquecento milanese.

La chiesa

La chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore a Milano rappresenta la testimonianza più organica della pittura cinquecentesca a Milano, e solo grazie a un destino benevolo è sfuggita agli adattamenti seicenteschi e a successive alterazioni.

L'edificio accoglie il visitatore in uno spazio grandioso e solenne.
"In San Maurizio è come se la storia milanese si fosse fermata al secolo XVI. Nelle due sale che dividono la chiesa, una destinata al pubblico e l'altra alla clausura delle monache benedettine del Monastero Maggiore, la decorazione pittorica che copre integralmente l'articolata struttura architettonica permette di approfondire la storia della pittura, della società, della liturgia, della politica, della fede, della moda, del collezionismo di Milano nel XVI secolo" scrive Sandrina Bandera, direttore storico dell'arte alla Soprintendenza ai beni artistici e storici di Milano, che ha diretto i lavori eseguiti dal Centro di Restauro di Paola Zanolini e Ida Ravenna, sottolineando il valore di tali opere e il loro significato nella storia sociale e culturale della città.

Gli affreschi e il capolavoro di Luini

L'affresco più grande dell'area claustrale è opera di Bernardino Luini: a lungo abbandonato all'incuria, come il resto dei cicli pittorici del Coro di San Maurizio, è stato sottoposto ad attente procedure per rimuovere la patina del tempo che occultava volti, figure e sfondi. I colori sono così tornati a brillare, grazie a un intervento che, come spiega la direttrice del restauro Paola Zanolini, ha dato risultati al di là delle previsioni.

Il progetto ha anche restituito alla città uno spazio dall'architettura preziosa e particolare, con risultati significativi non solo per la conservazione dell'arte, ma anche per la diffusione della sua conoscenza.
Grazie a un lavoro meticoloso e complesso oggi infatti tutti possiamo ammirare questi inestimabili capolavori.

 

Alcune foto della conferenza stampa e del restauro Play

Alcune foto della conferenza stampa e del restauro

Il video della giornata: immagini e interviste Play

Il video della giornata: immagini e interviste

Informazioni

Un ringraziamento particolare ai volontari del Touring Club, che con la loro presenza garantiscono la possibilità di visitale la chiesa.

Orari:
Dal martedì alla domenica, dalle 9.30 alle 17.30.
L'ingresso è libero.
Indirizzo: Corso Magenta 15, Milano