L'assemblea dei Soci di BPM approva il progetto di fusione con il Banco Popolare

Sabato 15 ottobre i Soci della Banca Popolare di Milano, riuniti in Assemblea Straordinaria, hanno segnato una svolta storica approvando il Progetto di Fusione tra la BPM e il Banco Popolare che prevede la costituzione di una nuova società bancaria in forma di società per azioni denominata Banco BPM SpA - con sede legale a Milano e sede amministrativa a Verona - che è previsto sarà effettiva a partire dal 1° gennaio 2017.

A seguito di questa approvazione prendono il via le successive tappe previste dal Progetto di Fusione, ivi incluse le attività connesse alla richiesta di ammissione alla quotazione sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. delle azioni di nuova emissione di Banco BPM, al fine di dare avvio alla negoziazione dei titoli senza soluzione di continuità con il perfezionamento della Fusione.

La Nuova Capogruppo adotterà il sistema di amministrazione e controllo c.d. tradizionale, basato su un Consiglio di Amministrazione e un Collegio Sindacale.
Il Consiglio di Amministrazione sarà composto da 19 membri, avrà come Presidente Carlo Fratta Pasini e come Amministratore Delegato Giuseppe Castagna. Vice Presidente Vicario sarà Mauro Paoloni e Vice Presidenti saranno Guido Castellotti e Maurizio Comoli. Questi gli altri membri del Consiglio di Amministrazione: Mario Anolli, Michele Cerqua, Rita Laura D’Ecclesia, Carlo Frascarolo, Paola Galbiati, Cristina Galeotti, Marisa Golo, Piero Lonardi, Giulio Pedrollo, Fabio Ravanelli, Pier Francesco Saviotti, Manuela Soffientini, Costanza Torricelli e Cristina Zucchetti.
Il Collegio Sindacale sarà composto da Marcello Priori come Presidente, e dai Sindaci Effettivi Gabriele Camillo Erba, Maria Luisa Mosconi, Claudia Rossi e Alfonso Sonato.