BPM e Banco Alimentare: un nuovo modo di donare

Dopo l'esperienza positiva del 2015, la collaborazione tra BPM e Banco Alimentare si consolida sperimentando nuove modalità.

In occasione dell’Assemblea societaria, BPM ha scelto infatti di aderire al programma SitiCibo, che consiste nel ritirare in tempo reale il cibo riveniente da grandi catering e ridistribuirlo immediatamente alle associazioni caritative. L’iniziativa della “colletta alimentare in azienda” (che si è svolta il 23 maggio), è stata quindi la naturale evoluzione di questo sodalizio e - inserendosi nel percorso di volontariato aziendale "IO CI STO" - ha trasformato per un giorno alcune importanti filiali sul territorio nazionale e alcune sedi del Gruppo in punti raccolta dei prodotti alimentari donati dagli impiegati secondo le indicazioni anticipatamente ricevute.
 
Alimenti per l'infanzia, omogeneizzati, legumi, pelati e sughi in lattina, tonno e carne in scatola, latte a lunga conservazione, biscotti, riso e pasta: 286 scatole (circa 10 kg. l'una) e 25 litri d'olio saranno destinati alle associazioni del territorio convenzionate con Banco Alimentare.

Si tratta quindi di un'iniziativa che - come ha sottolineato Salvatore Poloni (Responsabile Organizzazione e Risorse Umane di Banca Popolare di Milano) - non solo "offre una concreta testimonianza della sensibilità e generosità dei colleghi nei confronti delle persone del territorio" ma dimostra anche "come la collaborazione tra soggetti, oltre a generare valore, rappresenti una pratica di buon esempio che alimenta una nuova modalità di esprimere sostegno al tessuto economico, sociale e civile".

Alcune immagini Play

Alcune immagini