Io ci sto: un atteso ritorno

Sperimentato lo scorso anno con grande successo, torna anche per il 2016 il progetto "IO CI STO", il volontariato d'impresa secondo BPM.

Nel 2015, in occasione del suo 150 anniversario, BPM ha realizzato "IO CI STO", un progetto di partecipazione attiva dei dipendenti a sostegno di organizzazioni non profit: 150 giornate di lavoro (una a testa per 150 colleghi) dedicate a iniziative di solidarietà.
Vincitore del Premio AIFIn "Banca e Territorio 2015" e del concorso "Volontariato & Impresa" promosso dal CSV di Foggia, il progetto "IO CI STO" è stato accolto con grande entusiasmo all'interno dell'azienda tanto che si è deciso di replicarlo. 
 
L'edizione 2016 è in pieno svolgimento e spazia davvero tra tante diverse iniziative. Prima della pausa estiva ricordiamo tra le altre "Cucina creativa... di strada" con la Comunità di S. Egidio; "Pulizie di primavera" con il Comune di Monza; "Insieme per Conservare" con la Cooperativa Sociale Koinè presso il Mulino di Chiaravalle; le attività con i bimbi di Arché Onlus; la "Festa di Maggio" con l'associazione Casa di Emma e la festa "Girasolidarietà" con l'associazione Atlha. Da settembre in poi sono in calendario: la "Peter Pan Marathon" a Roma, l'iniziativa con i bambini de l'Albero della Vita e la "Zuppa della Bontà" con Progetto Arca.

Quest'anno le giornate lavorative messe a disposizione sono 151, proprio come gli anni della Banca, e come nella scorsa edizione il progetto percorrerà a tappe tutta la penisola in modo da portare un contributo a diverse associazioni non profit.

Con il progetto di volontariato d'impresa BPM offre dunque una nuova declinazione del suo legame con le sue comunità. Sposando e supportando il gesto solidale delle sue persone scopre una nuova modalità per esprimere il suo sostegno al tessuto economico, sociale e civile dei territori in cui opera.